Priamo e Meligrana insieme nel digitale

Proprio perché associazione culturale no-profit non svolgente alcuna attività commerciale, Priamo ha scelto di “legarsi” a una casa editrice impegnata “sul campo”.
Priamo collabora con Meligrana, editore competente ed esperto nella diffusione di ebook in tutto il mondo, per proporre e distribuire al meglio in ambito digitale prodotti editoriali di qualità, sia per la forma che per il contenuto.
Priamo e Meligrana lavorano assieme e discutono da professionisti in assoluta autonomia. Con umiltà e dedizione. Consci che non è l’atto di creazione dell’epub a dare identità all’ebook se non si curano estetica e soprattutto formattazione.

Continua a leggere

Al di là della trama

Ho letto il manoscritto di Quella solitudine immensa di amarti solo io in quasi sei ore filate. Il che vuol dire già qualcosa. Ne sono uscito con gli occhi che bruciavano e un appagamento totale: roba che mi fumo una sigaretta. Devo dire: sono incline alla commedia, e quindi inizialmente un po’ spaventato da questa storia di neo-genitori, di guerra tra una madre e una figlia, di infelicità (ma con un ostinato desiderio di felicità che percorre ogni pagina, con una speranza mai doma che illumina l’intero testo). Comunque, infischiandosene dei miei pregiudizi, questo romanzo mi ha tirato dentro dalla prima riga, immerso nella torrida Milano d’estate, alle prese con un neonato e il misterioso passato dei due protagonisti.
Ma, al di là della trama coinvolgente, cosa mi ha lasciato così ammirato – anzi, felice?

Continua a leggere

L’opera che segna il ritorno di Priamo

Una famiglia, un bambino appena nato. Per i neogenitori, quella che dovrebbe essere un’avventura entusiasmante diventa poco alla volta un’esperienza terribile. A pesare su di loro sono i rapporti non risolti con i rispettivi genitori. La neomamma realizza che quello che avrebbe dovuto essere un rapporto d’amore (il suo con i genitori), e che in effetti è stato un legame di questo genere, in realtà si è sviluppato anche come una prova di forza e ha evidenziato inquietanti tratti di violenza psicologica.

Continua a leggere

Paolo Pizzato

Paolo Pizzato lavora da anni come redattore in un’agenzia di comunicazione di Milano. Alla scrittura si è avvicinato leggendo, con passione, convinzione, ostinazione. Molti gli autori che ama, su tutti Louis-Ferdinand Céline, Cormac McCarthy, Thomas Pynchon, William Gaddis, Leonardo Sciascia, Edith Wharton, Isaac B. Singer. È titolare di un blog di consigli “libreschi” che potete consultare all’indirizzo http://ilconsigliereletterario.blogspot.com. Ha scritto due romanzi e sta lavorando al terzo.
La pubblicazione dell’ebook Quella solitudine immensa d’amarti solo io, segna il suo esordio letterario con Priamo.

Un sogno fatto in Sicilia

È naturale che il primo pensiero vada a un ben più celebre Candido, quello di Voltaire. In realtà, il Candido ovvero un sogno fatto in Sicilia di Leonardo Sciascia ha in comune con lo scritto del filosofo francese solo l’analogia con alcuni personaggi, la struttura del testo – con ciascun capitolo preceduto da un paio di righe riassuntive -, la marcata ironia e il forte spirito anticlericale.
Montesquieu sosteneva che un’opera originale ne fa quasi sempre nascere cinque o seicento altre, «queste servendosi della prima all’incirca come i geometri si servono delle loro formule». Lo scrittore siciliano è piuttosto scettico rispetto ai risultati raggiunti con il suo libro, nonostante egli abbia tentato di mantenere una sorta di “velocità” e “leggerezza” nel suo romanzo. Tentativo assai arduo, poiché come egli afferma «greve è il nostro tempo», e grevi sono gli argomenti di cui si parla.

Continua a leggere

L’enigma nel testo, 2

(Le doppie Illuminations di Rimbaud)

C’è un libro (Cosimo Amantonico, Atto dovuto. Rimbaud. Illuminazioni, Crav – B.A. Graphis, Bari 2011, che firmo insieme all’autore, per una introduzione e per la collaborazione maieutica nello sforzo di produrlo) che accende un problema sorprendente, del tutto inatteso.
Per molti anni ho visto Amantonico riempire foglietti e fogliettini con strani disegni, misteriose sottrazioni di lettere, anagrammi, costruzioni sempre meno ipotetiche di nuove frasi. Gradatamente mi ha poi messo a parte di una scoperta, mai timida ma circospetta e riservata. Mi ha detto più volte di non parlarne con nessuno, allora; e anche il giorno prima che uscisse il libro. Stava scardinando ciò che di comune si sa su Rimbaud. E si fatica a credergli, ma lui insiste organizzando prove su prove, e poi ti trovi coinvolto.

Continua a leggere

Centro Culturale S. Antonio delle Fontanelle | Contrà Busa, 4 - 36062 Fontanelle di Conco (VI) | Tel: +39 0424 427098 | Email: info@priamoedit.it | Mappa del sito | Privacy policy