Mese: Settembre 2015

Elogio di Raymond Chandler

chandlerOgni volta che leggo qualche Grande Romanzo Americano di qualche Grande Scrittore Americano (da Hemingway a Philip Roth, per dire) mi spunta sempre in mente una frase del tipo: “Questo non ha un’unghia del talento di Chandler”.
Lo so, lo so, son riflessioni poco accademiche, una di quelle constatazioni lapidarie che vanno bene per mettere un po’ di subbuglio su Facebook, ma tant’è:  a me Chandler sembra una spanna sopra tutti. Ai tanti studenti di creative writing, ai tanti scrittori usciti dai corsi di scrittura che pascolano in perfetto equilibrismo fra personaggi tridimensionali, prosa controllata e spolveratine sociologiche –  vorrei dire, risparmiate tempo e denaro: leggetevi Raymond Chandler.

Continua a leggere

Ricordati dei fiori nella scatola lilla

sdipbragaUn breve testo di Francesca Susani su Scambi di prospettive ci racconta come, di un argomento così delicato come quello di Ricordati dei fiori, sia forse più agevole scriverne che parlarne.
“Dei suoi pensieri sparsi mi è piaciuto in particolare il suo riuscire a raccontare le visite al cimitero, un posto che diventa familiare, dove si può osservare e riflettere e anche sorridere su molte cose. Le visite al padre sembrano così diventare meno dolorose, il cimitero un luogo di quiete non necessariamente triste, il rapporto con la piccola figlia un senso alla vita che va avanti…”
Martedì 15 Settembre (alle ore 18.45) presso la libreria Il Mio Libro di Cristina Di Canio (in Via Sannio, 18 a Milano) Giuseppe Braga ha presentato nuovamente il proprio libro.

Continua a leggere

Una giornata di padri

gbOggi è una giornata di padri.
Pensavo a una serie di coincidenze minimali e ho deciso di scriverne due righe, forse inutili, forse no. Non per me.

Padre 1
Oggi a Milano uno degli autori di Priamo presentava il suo libro dedicato al padre. È un libro pieno di grazia, di umorismo leggero, pur affrontando il tema della scomparsa del proprio genitore, del dolore che ne consegue – che è un dolore strano, ondivago, un poco ciclotimico –
Mi sarebbe piaciuto partecipare, ma purtroppo non ho potuto: ci saranno altre occasioni;

Continua a leggere

Due soli colori per raccontare la bellezza

Davanti al Castello Svevo di Trani.

Mare e cielo. La pietra bianca ad arginare l'azzurro.
Una fortezza prova a resistere al tempo e offre i suoi archi
alla distesa infinita, per chiedere una tregua.

Lo sguardo si perde ovunque:
qui bastano due soli colori per raccontare la bellezza.

Alessandra Farinola

Centro Culturale S. Antonio delle Fontanelle | Contrà Busa, 4 - 36062 Fontanelle di Conco (VI) | Tel: +39 0424 427098 | Email: info@priamoedit.it | Mappa del sito | Privacy policy