Mese: agosto 2015

Luce e ombra, ombra e luce

Vicino alla Scuola Grande San Giovanni Evangelista, San Polo, Venezia.

È in questo gioco di luce e ombra che si mostra la mia città; e nello stesso modo si snoda la mia vita.
Il rischio di una vita fatta di gesti meccanici, di abitudini, di automatismi involontari è sempre presente e rischia di vivere senza che noi ne sentiamo lo scorrimento, i passaggi, la vitalità. E io non faccio eccezione: ci sono dentro in pieno, immerso fino al collo. E però basta una visione, un sussulto, un attimo di pura consapevolezza, che ritorno ad abitarmi, a sentirmi pienamente parte del mistero.

Continua a leggere

La frazione di San Zeno nel comune di Cassola (Vicenza) Veneto.

Dappertutto villette, qua e là piccole fabbriche, tutto pulito e misero. La strada è lucida di pioggia e, arrivati a un distributore di benzina, ci fermiamo.
La casa che abbiamo davanti ci fa una strana impressione, forse perché spicca dall'ambiente circostante, così pulito, così svizzero. È miserabile, gocciante d'umidità; giù dai muri scorrono dei ruscelletti. Per metà la casa è di pietra, l'altra metà un granaio, e la parete di legno che dà sulla strada è tappezzata di manifesti, da lungo tempo evidentemente, perché si sono formati interi strati di affissi incollati gli uni sugli altri: Cynar, contro il logorio della vita moderna, dove c'è Barilla c'è casa, Amaro Montenegro, sapore vero, Piaggio, non correte... vespizzatevi, Shampoo Amami, per essere amata, Anais Anais, le plus tendre des perfumes, eccetera. Sulla facciata principale, enorme: La crisi ti lascia in mutande? Nel nostro negozio si applicano sconti del 40%.

Continua a leggere

Biadene fa parte del comune di Montebelluna, in provincia di Treviso, regione Veneto.

Nonostante il fumo e il calore che improvvisamente si levano dall’asfalto, ho la sensazione di vagare per la campagna aperta e sento l’odore che sale dalla terra.
C’è una signora bionda vestita di nero in piedi davanti a una tintoria, e un uomo alto dalla barba nera e lucente, che sta appena aprendo il suo piccolo negozio di articoli sportivi. Parlano tra loro, si scambiano battute da prima mattina. La piazza, fatta eccezione per i due negozi, dorme ancora. Le case la circondano, dolcemente curvate, come un anello attorno al dito.

Continua a leggere


Borgo Valsugana (Al Bórgo in dialetto trentino).

Un borgo che come tutti i borghi è costituito da irregolarità, avvicendamenti, precipitazioni, intermittenze, collisioni di cose ed eventi, e, frammezzo, punti di silenzio abissali; da rotaie e da terre vergini, da un gran battito ritmico e dall’eterno disaccordo e sconvolgimento di tutti i ritmi...

Continua a leggere

Chi ha messo insieme quella storiella è stato bravo. Infatti non è stata dimenticata, lungo un tempo difficile da misurare, in attesa inconsapevole di poterla scrivere. Si è aspettato insomma di passare dalla tradizione orale (con suoni molto probabilmente sconnessi, disarticolati piuttosto) alla scrittura (con imprecisioni e forti incertezze di sintassi, sicuramente confusa). E in tanti luoghi, in continenti diversi, in qualunque tribù, tutti hanno dato voce alla stessa storia e si sono riferiti a una paradisiaca location [sic], perduta.
C’è stata nel tempo e nei luoghi un’ampia schiera di primi legiferanti, guru, martiri e stregoni, che sono tutti parecchio rassomiglianti, nelle diverse quanto incerte memorie collettive, o meglio in impossibili ricordi, se non inventati per qualche scopo.
Però con quelli, con personaggi così, ci si può governare il mondo. Non sembri poco: altri hanno faticato molto di più, sicuramente.
Tuttavia, visto che la diamo per una storiella, non daremo troppo peso: stiamo parlando solo per divertimento.
Tuttavia: «Non sarebbe il caso di cercare qualcosa d’altro?». «Sì!!…», tutti risposero in coro.
Mi adeguerei, ma non mi è mai sembrato necessario cercare il successo nella folla.

Continua a leggere

Ricordati dei Fiori di Giuseppe Braga (Priamo, 2015) è stato presentato a Milano alla libreria “Linea di Confine” e alla manifestazione “Finestre sul Cortile” (assieme agli altri nostri autori Eleonora Molisani e Paolo Pizzato).
Il 29 luglio alla Buca di San Vincenzo, in via San Vincenzo, a ‪Milano‬ la band di Giuseppe Braga, MISSIBILLI CLUB BAND, ha accompagnato le letture di Ricordati dei Fiori. Sono intervenuti anche i nostri autori Eleonora Molisani e Paolo Vitaliano Pizzato. Grazie a tutti per una splendida serata. Priamo rocks!

Continua a leggere

  • 1
  • 2

Centro Culturale S. Antonio delle Fontanelle | Contrà Busa, 4 - 36062 Fontanelle di Conco (VI) | Tel: +39 0424 427098 | Email: info@priamoedit.it | Mappa del sito | Privacy policy