1° marzo 1891

Luigi riprese il viaggio il 1° marzo 1891. La luce spuntava appena lungo i crinali grigi a oriente, e una fredda falce di luna era ancora sospesa sopra le montagne. Lontano, sotto di lui, le ombre delle nuvole risalivano lungo il fondovalle e poi diventavano quasi tutt’uno con la montagna, curvando i margini frastagliati come corallo verso la curva azzurra del cielo. Un visione chimerica, una sensazione di incredibile.
Seguendo le indicazioni di Manuel Vicente Ballivian, da La Paz si addentrò nelle provincia delle Yungas, zona di transizione fra gli aridi altopiani e le umide pianure. Puntò verso il Cerro Mururata e Santa Gertrudis discendendo gradualmente tra scoscese alture e terreni cinerei che dipingevano un quadro surreale fatto di aria sottile e orizzonti senza fine. E man mano che scendeva il nero delle rocce si trasformava lentamente nel verde dei pascoli e della rigogliosa vegetazione delle Yungas in cui spiccavano — come papaveri in un campo di margherite — achiote, assenzio, eucalipto ed erba di San Giacomo.

Arrivò a Chulumani e ci rimase quasi un mese ospite del giudice del paese — “ed è veramente bella l’ospitalità qui, dove non si sa che cosa sia una locanda… la mia stanza dava sulla piazza, che ha una fontana nel mezzo e qualche albero. Il tempo, quando giunsi in Chulumani, aveva cambiato interamente: giorni e notti bellissimi, con un cielo stupendo…” — circondato dalla sontuosità delle montagne e dalla semplicità dei prati e dei torrenti.
Visitò i villaggi di collina dove ebbe modo di incontrare diversi rappresentanti della nutrita comunità afro-boliviana discendente dagli antichi schiavi africani portati qui a forza dai conquistatori spagnoli.
Partecipò a un’intera giornata di danze e canti e rifletté molto sulla percezione che aveva sempre avuto della vita pensando a quanto spesso fosse necessario essere un po’ differenti per comprendersi davvero.

(… l’avventura continua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Centro Culturale S. Antonio delle Fontanelle | Contrà Busa, 4 - 36062 Fontanelle di Conco (VI) | Tel: +39 0424 427098 | Email: info@priamoedit.it | Mappa del sito | Privacy policy